Il Simon Hotel Pomezia invita i propri ospiti ad un pomeriggio legato all’archeologia, alla storia, all’arte. Sabato 7 gennaio 2017, visita guidata straordinaria del Museo Civico Archeologico Lavinium e dell’area archeologica.

Il Museo Archeologico, nato nel 2005,  si trova in un edificio situato a Pratica di Mare, presso il Borgo Medievale che occupa l’acropoli dell’antico centro di Lavinium, la città sacra dei Latini.

VISITA MATTUTINA Ore 10.00 – VISITA POMERIDIANA Ore 15,00

Cenni storici:

L’antica città di Lavinium è ricordata dalle fonti soprattutto per gli aspetti leggendari e religiosi. Tra tutti, è celeberrima la narrazione della fondazione da parte di Enea , probabilmente derivata da Timeo (fine del IV sec.a.C.), ripresa da Licofrone (fine IV-inizi III sec.a.C.) e consacrata da Virgilio nella sua Eneide.

La storia della riscoperta di Lavinium affonda le sue radici in un tempo lontano, quando Ferdinando Castagnoli e Lucos Cozza avviarono nel 1955-56 le ricerche, mettendo in luce importanti complessi sacri, come quello delle Tredici Are e l’Heroon  di Enea, come anche importanti e storiche strutture abitative, produttive (mercati, per esempio) e pubbliche nell’area propriamente urbana, e anche zone di necropoli.

Più recentemente le ricerche, sotto impulso della Soprintendenza Beni Culturali e Archeologici, si sono concentrate sulla verifica delle emergenze e sullo studio dei materiali archeologici.
Di grande importanza ricordiamo gli scavi del santuario costiero di Sol Indiges , il luogo mitico dello sbarco di Enea , dirette da Alessandro M. Jaia dell’Università Sapienza di Roma.

Il particolare complesso delle Tredici Are è un luogo sacro la cui vita inizia alla metà del VI secolo a.C.

Tra i reperti più antichi si segnalano i corredi funebri della necropoli protostorica, con tombe datate tra il X e il VII sec. a.C. cui appartengono i monili e gli strumenti di lavoro femminili, fusi, fusaiole, pesi da telaio e rocchetti, esposti nello spazio denominato “Mundus Muliebris” insieme ad altre teste e busti che illustrano i riti praticati nel santuario.

 

Visita guidata gratuita e a numero chiuso. Previsto il pagamento del biglietto di ingresso al Museo.
Prenotazione obbligatoria: tel. 06/91984744

Le visite successive si terranno anche da febbraio, marzo e nei mesi successivi, è possibile dunque prenotarsi anche per i prossimi appuntamenti.

Il Simon Hotel Pomezia augura ai propri ospiti un Buon Anno 2017 appena iniziato e buon proseguimento.